.:: Camera di commercio di Benevento ::.


Home > Regolazione del mercato > Conciliazione > Conciliazione obbligatoria in materia di energia ELETTRICA e GAS

Conciliazione obbligatoria in materia di energia ELETTRICA e GAS

La Camera di Commercio di Benevento ha aderito alla convenzione sottoscritta tra l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) e l’Unione Italiana delle Camere delle Commercio e nel maggio 2017 la propria Camera di Conciliazione è stata accreditata ed iscritta nell’Elenco istituito presso la predetta Autorità e potrà gestire le controversie insorte nei settori dell’ENERGIA ELETTRICA e del GAS.

A partire dal 1° gennaio 2017, infatti, per le suddette controversie, prima di rivolgersi al Giudice è necessario esperire, quale condizione di procedibilità, un tentativo obbligatorio di conciliazione presso il Servizio di conciliazione dell’Autorità ovvero presso un Ente accreditato che dispone di Conciliatori esperti in materia di mediazione e specificamente formati sul settore dell’ENERGIA E GAS.

Se il tentativo di conciliazione ha esito positivo, Il verbale di conciliazione costituisce titolo esecutivo a norma dell’art. 2, comma 24, lettera b), della legge 481/95.

Il Servizio Conciliazione può essere attivato, direttamente o tramite delegato, da tutti i clienti/utenti finali previa presentazione del reclamo al proprio operatore/gestore, subito dopo aver ricevuto la risposta (ritenuta insoddisfacente) dallo stesso ovvero, se la risposta non è pervenuta, trascorsi 40 giorni dall'invio del reclamo.

La domanda di conciliazione, allegando la documentazione richiesta, può essere effettuata:

  • ON-LINE, registrandosi ed accedendo al Portale (http://mediazione.intra.infocamere.it), compilando on-line il Modulo (tutte le parti devono accettare la modalità e devono essere dotate di dispositivo di firma digitale);
  • con MODULO CARTACEO  direttamente l'Organismo di Mediazione presso la Camera di Commercio di Benevento - P.zza IV Novembre, 1 - 82100 Benevento;
  • con PEC (cciaa.benevento@bn.legalmail.camcom.it).

La documentazione da allegare è principalmente la seguente:

  1. Reclamo notificato;
  2. Eventuale delega (e copia dei relativi documenti di identità in corso di validità) qualora il soggetto decida di farsi rappresentare da un proprio delegato (anche appartenente ad una Associazione dei consumatori o di categoria) che possa sottoscrivere l'accordo di definizione della controversia per suo conto, mediante una piena delega a trattare e chiudere la controversia stessa (“delega a conciliare e transigere”).

La procedura si conclude in un termine massimo di 90 giorni dalla presentazione della domanda di attivazione completa di tutti gli allegati.

Il Servizio Conciliazione può disporre una proroga di 30 giorni al massimo, anche su richiesta del conciliatore nei casi di controversia complessa oppure su richiesta congiunta e motivata delle parti.

Per ulteriori informazioni 0824.300205 - 300326

Allegati
Data di aggiornamento: 08/05/2019 15:38