Camera di commercio di Benevento - http://www.bn.camcom.it/

Composti Organici Volatili

05 July 2013

Stampa

L'articolo 5 del decreto legislativo n. 161 del 2006, modificato dal decreto legislativo n. 33 del 2008, prevede che i soggetti che immettono sul mercato i prodotti elencati nell'allegato I dello stesso decreto (pitture, vernici e prodotti per carrozzeria) trasmettano al Ministero dell'Ambiente, per il tramite delle Camere di Commercio, entro il 31 marzo 2008 e, successivamente, entro il 1° marzo di ciascun anno, i dati e le informazioni, riferiti all'anno precedente, relativi alla tipologia e alla quantità di prodotti immessi sul mercato.
Per "immissione sul mercato" si intende qualsiasi atto di messa a disposizione del prodotto per i terzi, a titolo oneroso o gratuito, compresa la messa a disposizione del prodotto per gli intermediari, per i grossisti, per i rivenditori finali o per gli utenti e l'importazione del prodotto nel territorio doganale comunitario.

La comunicazione dovrà essere spedita esclusivamente a mezzo di raccomandata senza avviso di ricevimento al seguente indirizzo:

RACCOLTA DATI D.Lgs. 161/2006 - CAMERE DI COMMERCIO
c/o Ecocerved Scarl
Casella Postale 843
35122 - PADOVA CENTRO (PD)

La comunicazione dovrà essere spedita in busta chiusa e ogni busta dovrà contenere la dichiarazione relativa ad un'unica sede legale.
Sulla busta dovrà essere riportata la dicitura "Raccolta dati articolo 5 D.Lgs 161/2006" nonché l'indicazione del Codice fiscale, Ragione sociale e indirizzo completo dell'impresa mittente.

La comunicazione si può compilare solo su modulistica cartacea, messa a disposizione dalle Camere di Commercio a chiunque ne faccia richiesta e disponibile nei siti internet del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (http://www.minambiente.it), dell'Unioncamere (http://www.unioncamere.it) e di Ecocerved (http://www.ecocerved.it).

Si sottolinea che, per quanto riguarda l'attuazione della normativa, il termine del 31 marzo per la trasmissione delle informazioni non appare perentorio e che la Direzione Generale per la Salvaguardia Ambientale del Ministero dell'Ambiente rimane referente delle imprese per l'attuazione di queste comunicazioni e, per problemi tecnici, potrà rispondere a quesiti sottoposti esclusivamente in forma scritta.