Camera di commercio di Benevento - http://www.bn.camcom.it/

Imprese Artigiane

10 February 2020

Stampa
Il Codice Civile all’art. 2082 definisce l’imprenditore come colui che esercita professionalmente un’attività economica organizzata al fine della produzione e dello scambio di beni e servizi.
Le nozioni di imprenditore artigiano e di impresa artigiana sono contenute nella Legge n. 443/1985 (anche detta Legge Quadro per l’Artigianato):
Circa l’esercizio in forma societaria, le forme giuridiche previste per l’iscrizione nella Sezione Speciale Imprese Artigiane del Registro Imprese sono le seguenti:
In ogni caso, l’imprenditore artigiano può essere titolare di una sola impresa artigiana ma può decidere di partecipare in qualità di socio di capitale (non partecipante) in un’altra impresa artigiana oppure partecipare a qualsiasi titolo in altre tipologie di imprese non artigiane a patto che non interferiscano con l’attività lavorativa dell’impresa artigiana di cui fa parte.
 
La qualifica artigiana
Ai sensi dell’art. 5 della legge 443/1985, l’impresa che possiede i requisiti di cui agli artt. 2-3-4 è tenuta ad iscriversi all’Albo Imprese Artigiane. L’iscrizione ha effetti costitutivi.
 
A decorrere dall’1-1-2016, per effetto dell’art 16 della legge regionale n. 11 del 14 ottobre 2015 (BURC n. 60 del 14-10-15) l’Albo delle Imprese Artigiane è stato soppresso e sostituito a tutti gli effetti dal Registro Imprese. Pertanto lo status di impresa artigiana lo si acquisisce con l’iscrizione nella apposita sezione speciale.
 
Iscrizione/Modifica/Cancellazione
Alla luce delle nuove norme i Conservatori del Registro Imprese della Campania hanno elaborato la Direttiva n. 1 del 29 gennaio 2016 contenete disposizioni operative e linee guida per omogeneizzare i procedimenti di iscrizione, modifica e cancellazione nella Sezione Sspeciale Artigiani del Registro Imprese.
L’imprenditore che intende svolgere la propria attività in forma artigiana non deve più presentare l’iscrizione (per il tramite del Comune, sede dell’attività) alla Commissione Provinciale Artigianato (soppressa con la L.R. citata infra), ma una pratica telematica al Registro Imprese, corredata da SCIA.
La qualifica di “impresa artigiana”, a seguito di verifica del possesso dei requisiti prescritti, è conferita dall’Ufficio Registro Imprese con l’annotazione nell’apposita Sezione Speciale del Registro Imprese. L’annotazione ha carattere costitutivo.
Inoltre, la corretta compilazione della pratica telematica (fleggatura dei campi di generazione degli automatismi artigiani), comporterà la generazione del modello informatico valido per l’iscrizione dell’impresa nella gestione previdenziale “artigiani” che verrà spedito telematicamente all’INPS provinciale.
 
Analogo procedimento è richiesto per eseguire le modifiche e le cancellazioni dal Registro, che avverranno previo ricevimento di idonee pratiche “Comunica”.
 
L’ufficio potrà eseguire accertamenti e controlli avvalendosi dell’attività dei Comuni. 
 

- MAESTRO ARTIGIANO - clicca per info

 

5/1/2018 TERMINE ULTIMO PER REGOLARIZZARE L'ATTIVITA' DI MECCATRONICA

In applicazione delle disposizioni della Legge 224/2012, recante "Modifica all'art. 1 della legge 122/1992 (disciplina dell'attività di autoriparazione), entrata in vigore il 05/01/2013, l'attività di autoriparazione si distingue in:

Ai sensi dell'art. 3 della L. 224/2012 le imprese che, al 5 gennaio 2013, sono iscritte nel Registro Imprese o nell'Albo delle Imprese Artigiane e sono abilitate sia alle attività di meccanica e motoristica sia a quella di elettrauto, sono abilitate allo svolgimento della nuova attività di meccatronica.

Le imprese che sono abilitate alle attività di meccanica e motoristica o a quella di elettrauto, ai sensi dell'articolo 1, comma 3, della legge 122/1992, nel testo vigente prima della data di entrata in vigore della L. 224/2012, possono proseguire le rispettive attività per i cinque anni successivi al 5 gennaio 2013. Pertanto, entro il 05/01/2018, le persone preposte alla gestione tecnica delle predette imprese, qualora non siano in possesso di almeno uno dei requisiti tecnico-professionali previsti dalle lettere a) e c) del comma 2 dell'articolo 7 della legge 122/1992, devono procedere all'adeguamento della propria posizione alle nuove disposizioni.

Su gentile concessione della CCIAA di Salerno si allegano in calce:

GUIDA all'attività di autoriparazione

VADEMECUM per la regolarizzazione dell'attività di meccatronica.         

Si tratta di documenti riepilogativi che illustrano le procedure da attuare per regolarizzare la posizione della propria impresa.
 


 

 

  • CONTATTI

Telefono 0824.300400
Fax 0824.300222
Pec: cciaa.benevento@bn.legalmail.camcom.it